ANNALISA SILINGARDI

ANNALISA SILINGARDI ARTIST AND POETHESS

domenica 19 dicembre 2010

,,,suicornicioni






A piedi nudi
Sui cornicioni di pietra
Bye babylon
Ci sono giorni di arroganza scandalosa
Ad affondare
Chi ha solo un corpo per tetto

Il dormitorio dai cappotti caldi
Non ha orecchie
Quanta paura serve a foderarci gli occhi
Anestesie in frantumi
E poco conta a decifrare i lutti
Visti dal balcone in relativa sordità.

,,,digioianelfiato





Dentro il ritorno
È tempio
Di gioia nel fiato
Di appiccare l’incendio
Che è tutto uno scoppio di giorni nuovi


L’incanto
Solleva ogni dubbio scontroso
Io vento
Io acqua furiosa
Tutto un’increspo


Non ho scuse d’attesa
Posso cantare
La porto con me
Ho tutta una vita in pugno
Questa notte.


mercoledì 8 dicembre 2010

,,,setuttoquestosiconsuma





Io non so se il tempo
Domani
Porterà via le carezze
Non si esce dal tempo

Non so se il tempo
Porterà lentezza e sonno
Con accanimento
Io so aprire gli occhi
Su tutto ciò che passerà di qui

Partorirò amore e festa
Per ogni giorno
Un punto chiaro all’orizzonte
In nascita

Io non so se tutto questo si consuma
Muoverò il dito e punterò il cielo
E non darò consegne
Sotto coperta
Non posso stare senza vertigine.




,,,ègiallo



A scarpe umide su croccanti foglie
È giallo
Un strepito bisticcio contro il cielo

Con scarpe umide e pesanti
Su questo inverno sconsolato
A braccia secche

A sprangatura vapori e nebbie
È tempo di respiro a cuore lento
Come dormire

Contro l’accanimento dell’assenza
È giallo
Che uccide l’incolore che assedia.




sabato 20 novembre 2010

,,,@pallina.it









 baciami a smarrir le nuvole in fronte

terrò la luce accesa questa notte

voglio vedere arrivare tutti i tuoi baci
amore mio imperfetto




 lenti come passi nella notte , muti e furtivi , baci ladri di stelle e 

stille sulla tua pelle schiusa , che lasciano orme e ferite scarlatte ,

che non indovinerai , che mi marchiano di flussi e batticuori ....




 oh notte dove non corre tempo

bella notte questa

che mi cammina dentro il grande amore
che solo assedi esige il mio fiore




 io bacerò i tuoi capelli biondi quale la luce che tocca l orlo delle nubi 

all alba , io bacerà la tua bocca rossa quale la ferita che non guarisce mai , 

io bacerò il tuo ventre d opale quale lo scrigno dei liquori che la maga serra 
....




 è emergenza da strappare l'insensato

 sto  qui tutta fuori di me 
 che a salir infiniti piani di nuvole
 basta un bacio sulla tua bella bocca e un gioco di lombi



 danza nella spirale , danza l arrampicata e sciogli nella barba i voti 

dell attesa , che succhi il tempo la rosa con la spada , contorci la tua anima 

placata dentro il bàttito , dammi la cadenza  e non lasciarmi mai ...




 ecco m'accerchia il bacio con onde fitte

fino a spaccare il cuore
 e il riso in gola s'accheta a fondo 
accoglimi ancora con carezze audaci












Minuetto scherzoso a due mani con l'amico virtuale Volpe
occhiodivolpe2

,,,impronte





S’è messa muta
Questa coscienza di gregge urlante
Per sè
A sbattimento del dolore altro
A sbattimento di porta

Questa gente affamata di sé
Ha occhi asciutti
Nulla si spreme dagli occhi dei lupi
Vocazione di sé
Il vacuo invita


Partenze
Ho trovato le mie impronte
In ogni stazione
A rifar conti di vita
Via da qui.,

domenica 7 novembre 2010

,,,altrinverniavenire







Altri inverni a venire
Entreranno a bendare il sole
In letti a vapore a dismisura

Quanto preme e s’impegna il grigio
A macerare colori 
Su terra domata e stanca

Un’eco senza suono nel greve esilio
Un vuoto alterno d’attesa
Compatta immota gravezza infinita.




,,,dallaltrapartedellenzuolo




Leggermente stordita
Forse sognavo
Forse dall’altra parte del lenzuolo
Quel poco accanto
Che si sogna ad occhi aperti.

Lo vedo dalla forma dello sguardo
Non c’è nuvola sulla fronte
Solo sogni strampalati
Dalla voce gentile della luna premurosa
Ospite pallida di questa stanza di carta velina.




domenica 24 ottobre 2010

,,,unasbuffatadifumo






Una sbuffata di fumo
Come niente
Allora vedo mi  pare
La macina l’assemblaggio
Le polveri dell’uomo italiano


Una sbuffata di cenere
È pioggia sottile
Affilata
I tagli di voce
Si lascia fare incassando


E poi il nulla
Lanciato a scoppio nel piccolo buco
Lo stomaco vuoto
Non basta più fare un sogno di sera
Ciondola del sonno dei disperati.




,,.c'èunangolino





C’è un angolino
Dove scapriola
Pianino pianino
Il cuore

E’ cielo azzurro schierato
Apre la nebbia
Acquieta
È amicizia perfetta.

lunedì 11 ottobre 2010

,,,leggermentesbagliato





Entra in ogni fessura della vita
Un danno
Un peso incolore
Leggermente sbagliato


Al confine del cuore
Attende impaziente
Polvere
Inquilino molesto

Leggermente ribelle
Invece io ho
Tracce di tenere ali
A riposo su nuvole gentili


Invece i ho
Radici contente
Occhi che brillano
E so fare  carezze.









,,,conmanodimarmo





Oggi ho negli occhi
Tutti i colori del grigio
Scende con mano di marmo
Il gelo
Su zolle e specchi

Ancora
Ancora un minuto
Aspetta
Prima di entrare in ogni mio dentro
Intimamente cavo.


Non è ancora il mio tempo
Di convivere
Con questa incolore assenza
Stralunata sospettosa spio
Questa precoce invadenza d’inverno



giovedì 23 settembre 2010

,,,lestatesacquieta




E’ il saluto del sole
L’estate s’acquieta
L’onda esangue pare lontana
Al tumulto incolore
Di un cielo d’inverno

Ancora non sa    
Il tempo che sia
A stracci inutili pensieri
E l’onda s’inarca e muove
Lo stagno nel dentro. 



,,,attesagioiosa





La notte solleva
Attesa gioiosa
Un nido contento
Scalda la gola

Agguanta gaudente
Un soffice e lieve
Segreto
Curioso insidioso radioso

Raccolgo le braccia
Assedio un cuore
Senza peso ne argine
Senza armatura ne legge.



lunedì 6 settembre 2010

,,iosentoilmarepiangere







Io sento il mare piangere
Io sento sbattere la sua ira
Nel profondo
Io sento che ha perso la pazienza

Io sento il mare
Nel grande schianto
Delle sue ferite

Io sento il mondo
Che è in disordine
Dentro l’acqua e dentro il fuoco
Il gran baccano ed i ladroni

Io sento
L’azzurro che si fa logoro
Ed il verde che si fa veleno.






,,,succede






Succede
Succede qualche crepatura
Qualche pianto e arrancatura
 Succede di camminare sghembe

Ho slancio un po’ fuori misura
Testa o croce
Nell’inciampo
Che mi attraversa ogni mattina

A volo o raso terra
Lo attraverso
So guarire
La stanchezza ed i crocifissi

Ho peso astratto
Un paio d’ali d’inquietudine
Io so soccorrermi
Ho gli anticorpi a balsamo

Ho latte e miele
Su questa spina dorsale
Che di carezze
Sa far guerriglia




domenica 22 agosto 2010

,,,mincrespo





M’increspo m’increspo
Di luce mattutina
Tra piega e piega
Scomposta

A piccoli bocconi
E’  tutto mio il nitore
E tolgo il respiro
Perchè non si consumi splendore.  


,,,frittura





Scrittura frittura
È cicaleccio
Parole logore a barili
Nessuno ascolta


Dotti e poeti
Scivolano impettiti
Come  inutili gocce d’olio sull’acqua
Bisbiglio  sterile

A vista
Pianta scheletrica
Rosicchiata prosciugata
Parola abdica stanca

Togliete subito subito
Questa buccia erudita
Voglio ancora
Le mie pareti palpitanti

I tagli dell’erba
Sulle  gambe
Il dono dei giorni
Saturi di gioco.





domenica 8 agosto 2010

,,,messaggeriamentale







Parole
Messaggeria mentale
A contatore acceso
Acceso sempre

Parole strane
Ne capo ne coda
Lo scorrimento in mezzo
A cinque marce senza sequenza

Parole accese
Senza ingombri di sintassi e predicati
Parole fresche
Un po’ inventate

Parole stanche
Stand-by
Parole grosse
Spaccate  infuocate intossicanti


Moltitudini
Vertigini
E ora basta
Un poco di silenzio.-





,,,tuttattorno






Tutt’attorno è luce chiara
Come di petali e sole a nascondino
E’ ritorno
A bastevole semplice incanto


Di vita a bocca rossa
E respiro lento
Difesa da oscure lontananze
Su questa pietra serena


Oggi abitata
Da ghirlande in fiore
C’è meraviglia pare
Sotto la pelle


Senza che s’alzi rumore
C’è un bel vociare
Si consuma parola senza colpa
E’ solo un vociare fiorito



domenica 25 luglio 2010

,,,questafessura






Se questa fessura
Ha colore di luce mattutina
E’ qui a stuzzicare
Pensieri spaiati e freschi

Maree gonfie
Parole lente
Troppo
Ad inseguire le onde


Se questa fessura nel petto
Non fosse
Io non saprei
L’immenso il riso il canto

Se non fosse
Questa dissonanza
Romperebbe i timpani
Se

Se questa fessura nel petto
Non fosse
Non saprei camminare
Questa vita scontrosa.



,,,oropromessa




Quanto sfarzo in questi luoghi
E questo respirare positivo
Nel regno color
Oro-promessa

Persa memoria della bellezza
Ultimo atto penso
Solo audaci bugie
Ricamate nel buio

Il punto d’uscita
 sta negli occhi a vedere
stanchezza
nella stanchezza

Senza un inferno
Di sterilità e impotenza
Nulla si cerca
Si aspetta

Presto
Il re-sacerdote
Del detto non detto
Ammainare le reti
Vedrai.

domenica 11 luglio 2010

,,essivivo






Eh..si vivo vivo
A cedimento a pelle
A scomposta a inquieta
A sangue rosso

A stelle m’impasto
A farmi amori amori e amori
E lune audaci
A gusto

A troppo a dismisura
E tu t’acquieti
Che il cuore affonda sul cuscino

Io non so
Se la bellezza è tutto questo
Sto bene in questa grazia barbarica


,,,capellielettrici








Non ho prove
Di giorni persi altrove
Memoria ha luogo
Un po’ per caso nel passato
In direzione domani mi sembra



Capelli elettrici
Io tocco il cielo e un poco il fondo
Ascolta ascolta
Senza fiato
Che se fa buio è mica molto

Che in emergenza so fare scintille
Parole sante pare
Per un cuore sgombro di saldi e promozioni
Ma che rimpianti?
In fondo in fondo lo sai ho il salvavite.


,,,giugno 2010

giovedì 24 giugno 2010

,,,ditentazione





 Tentazione
amica mia
benché su terra stropicciata
mi attendi come incanto

Stella e carne
giri giri
e mi ruoti attorno
ti voglio qui

Che di rossa buccia sono fatta
e del tuo succo sono pregna
di frammenti postumi0
neanche a parlarne

La messa in scena e l’arte della vetrina
non sono talenti
da misteriosi approdi sono sedotta
corrotta a genio.   

,,,miaroccaforte







Mia roccaforte armata
di carne allacciata ai sotterranei
bagliori urlati urtati
su bocca socchiusa

Brucia
irriverenti grossolani piagnistei
non ho dedicato attenzione
al tempo sprecato

Mi sembra
nulla di notevole
dopo tutto scaturisce
qui al centro

Un morbido curioso nido
vicino al sole
che di pace armata
sono pasta








martedì 8 giugno 2010

,,,hotenerezza



Non è orizzontale
Non ho parole
È tenerezza così
un poco verticale
a volte un po’ a vertigine lassù
a volte senza aggettivi sotto le scarpe

Saltella a volte senza direzione
Si lascia catturare
Come allegra farfalletta
Nella rete
Nel frullo incontrollabile del cuore
Galleggia nei profumi


Ho tenerezza
In briciole sentimentali
Impigliate tra le ciglia
Inconsapevoli
Di bimba persa
In misteriosi luoghi



,,,hoparole




Ho bocca che depone parole
Con la buccia
Parole con l’inchiostro secco
Una traccia nel nulla bianco

Ho labbra con tracce di sapori
E musica spessa che accarezza le gote
A culla sulla lingua il tuo sapore
Di sandalo e rabarbaro per la memoria

Ho l’occhio della lupa che ti cattura
Depongo e prendo baci e sospiri
Ho bocca che depone  parole
Con la buccia.

mercoledì 26 maggio 2010

,,,chebeffa







La vulnerabilità morbosa
Dell’aria
Ne palpo la verniciatura
Contaminante
Non reggo per così dire
Il lezzo intossicante

Che beffa
Io sono ardente
So respirare
Quel cielo
Perfettamente trasparente

E’ mia       
Un’inquietudine eccitante
L’inverso
O capoverso adamantino
Strabordo
Lapilli pirotecnici        
E qualche nuvola



,,,amorderelesponde





Terra di frontiera
Pietra nuda calpestata
Le fessure dentro
Aperte
A mordere le sponde
E mi consegno
Agli occhi
Incollati al cielo
Adesso

Per esserci
Mi espongo
Per tutte quelle cose belle
Che come fiori schiacciati
In un libro
Abbiamo consegnato
Ai barbari dalle teste di plastica

Che non si consumi
Quest’occhio
Di stanche abbuffate nel nero
Che sveli
Splendore dell’acqua
Che plachi il disagio   
Uno slancio
Per battermi su  questa terra bruciata.