ANNALISA SILINGARDI

ANNALISA SILINGARDI ARTIST AND POETHESS

giovedì 15 febbraio 2018

,,,parole





,,,parole

Annuncio
Dell’umana riflessione
Nella radice della parola
Rompe i muri
Perderebbe vita
Convertendosi in pietra
Fuori  dalla  palude dell’inerzia
La  parola
Lascia margine alla percezione
Anelito di equilibrio
Rompe il limite del muro.

,,,ilsole





,,,ilsole

Poderoso e potente
Il sole è spazio
Mette ordine nel bello
Bandisce l’ombra
Nutre
Regala vita calore
E persino un fiore
Serve il pensiero vivo
Un’apertura
Tra ragione e cuore





mercoledì 31 gennaio 2018

,,,ilsoffio





,,,ilsoffio

Il fuoco
Che da vita al giorno
Il soffio
Ed è luce inafferrabile
Che assorbe tutto
Sorvolando  l’ombra
Chiama allegria e conoscenza
Vibrazione
Nostalgia del luminoso
Acceca i contrari
Amore  odio
Luce ombra
Tutto ciò che non può
Esprimersi
Non ha linguaggio
E’ soffio.

  


,,,monologo








,,il monologo

Il monologo è ombra
Svanisce
Non ha memoria nell’altro
Come foglie cadute nell’inverno
Solo piccole tregue d’ironia
Riscaldano l’incolore dell’acqua
Specchiante il grigio

mercoledì 17 gennaio 2018

,,,scricchiolii













,,,scricchiolii

Come raccogliere il messaggio
Del silenzio
Quando il rumore
Dell’avido opportunista
Rompe i timpani
Basta osservare
Il linguaggio dimenticato
Della sfumatura
Che addolcisce
Il bianco ed il nero
Come ovatta interiore
Fa scricchiolare il rumore
Perlustra l’immenso taciuto.




,,,germinare







,,,germinare



Andare alla fonte

Verso il punto nascosto

Per aprire ogni direzione

L’inverno  sembra immobile

Ci tiene sospesi

Promette

 Contempla

Il volto della rinascita

Fuori dal limitare

Dell’oblio del sonno

Si prepara

Il battito del germinare.






mercoledì 27 dicembre 2017

,,,senzacartad'imbarcos






,,,senzacartad’imbarco

Non trovo metafora calzante
Su questi giorni
Che urtano il tenero ed il buono
Su questi viaggi
Senza carta d’imbarco
E senza terra promessa
Non resterà memoria
Dei figli di nessuno
Non trovo metafora calzante
Su queste luci dell’abbondanza
Che abbagliano il nostro vuoto.


,,,fermarelosguardo





,,,fermarelosguardo
Se si potesse liberarci
Dall’aggressione dell’impenetrabile
E fermare lo sguardo
Sull’ineludibile piacere del bello
Lasciando smarrire  parole
Che feriscono
Come un’unghiatura astratta
Fuori da leggi recondite
Il bello si fa respiro
E abbandono.