http://www.annalisasilingardi.it/

domenica 29 maggio 2011

,,,chenonosiconsumi







Che non si consumi
Il nostro maggio
Questa brutta  piega
M’ingombra
Terra di nero vestita

Di tutto quello che avevo
Davanti agli occhi
E  avanti ancora
Questa gente
Ne sta facendo bocconi

Che non si consumi l’occhio
Su gola che sgola
Arrogante bulimica onnipotenza 
 Spendendo sorrisi
Come avanzi nel piatto

Su queste facce
Rifatte  gommose
Che dormono
Io non mi consumo
Ho ancora odore di buono







4 commenti:

Milo ha detto...

Certe persone (certe facce rifatte gommose) per fortuna imbrattano solo chi si lascia imbrattare... C'è stata una grossa epidemia a riguardo, e ce ne erano già state in passato (a iosa) e purtroppo ce ne saranno altre, ma questa, perlomeno, forse sta passando...

In tutto 'sto squallore è assolutamente certo che il tuo odore è sempre rimasto squisito!

Un abbraccio!

P.S. la foto colpisce a fondo, complimenti!

:) :) :)

annalisa silingardi ha detto...

Milo, questa volta non mi hai avvisato!! Avevo fatto 2 errori grossolani. Una ripetizione arrogante e arroganza (nel testo originale era onnipotenza) e sotto un si al posto di un di. Io soffro di 'sonnolite acuta',.cioè dormo in piedi. L'epidemia è difficile da contenere, ma ci riusciremo.
Un abbraccio a te! Ma che hai fatto ai capelli?

Milo ha detto...

Ho smesso di leggere un libro ( e non mi sono perso un granché) perché in esso c'era un personaggio (che nelle intenzioni dell'Autore sarebbe dovuto apparire più che 'bbono) che continuava infinitamente a correggere gli errori ortografici di un suo amico giornalista...
Era talmente perfettino (il personaggio in questione) da risultarmi antipatico.
Non volevo correre il rischio di fare la sua fine... ;-)

I capelli beh che dire... me li taglio da solo! ;-) E almeno una volta l'anno li ricambio! ;-)

Baci!

:) :) :)

annalisa silingardi ha detto...

,è un rischio che non corri. Le tue osservazioni sono amichevoli e non c'è traccia di supponenza, saccenteria, ne ostentazione, quindi sono gradite :-)).