ANNALISA SILINGARDI

ANNALISA SILINGARDI ARTIST AND POETHESS

domenica 6 marzo 2011

,,,unsolechebatte






Come vorrei vedere
Una scossa
Una magica piazza
Fuori da questo sciagurato tempio
Che venera merce


Non siamo le orchesse
Ingorde d’indigesta arroganza
Premiate swaroski
Uno spessore di carta velina
Sotto vento per disperdere  traccia

Come vorrei vedere
Una magica piazza
Un sole che batte
Sotto pelle e sul viso
E un abbraccio di fiori.

4 commenti:

Milo ha detto...

Una piazza così, questa magica piazza, sarebbe il posto ideale degli zingari felici... (e non ci sarebbe nemmeno bisogno di vendetta e di guerra. Il riferimento è alla canzone di Claudio Lolli, che mi è tornata in mente dopo tanti anni).

Un abbraccio!

annalisa silingardi ha detto...

,,non mi dire! Claudio Lolli! Ho consumato il LP (c'era ancora il vinile). Tra l'altro conteneva le amatissime Aspettando Godot e Vecchia piccola borghesia. Tu invece sei in Martinica e mi ricordi Bob Marley in Redemption Sng...uhm mui viene il magone che tempi! che tempi!!!!

Milo ha detto...

eh eh...
e sì! che l'eran belli!

Smackk!
:) :) :)

Milo ha detto...

eh eh...
e sì! che l'eran belli!

Smackk!
:) :) :)