http://www.annalisasilingardi.it/

lunedì 21 marzo 2011

,,,èungiallochespara






C’è già tepore
Strappato lento
A questo letto di ghiaccio
Che custodisce il cuore.

Come guardare
Cogliere i dettagli del  giallo
Che oggi spara al cielo
Capace di conforto

La pioggia di ieri
È ancora sulle foglie
È luce che schiarisce il tono
Quanta libertà c’è ancora nel cielo.

2 commenti:

Milo ha detto...

Ciao Annalisa!

Sto facendo una connessione "al volo"!

Bellissime le tue poesie, tutte! E questo giallo "disgelo" non fa eccezione!

In cielo ce ne sta ancora molta, di libertà, è vero!

In terra...

Bacione!!!

annalisa silingardi ha detto...

...in terra?....pare quasi più temuta della sottomissione ..
Bacioni!-:))