http://www.annalisasilingardi.it/

domenica 4 settembre 2011

,,,saldi






Tutto intorno
La parola amore è in saldo
Due lacrime
E bussa alla tua porta
Il lieto fine


Basta spazzare lo scomodo
Sotto il tappeto
Siamo tanto buoni
Noi di qua
Voi scomodi li là


Ci guarderemo fraternamente
Con uno sparo minimo di dolore.






5 commenti:

Milo ha detto...

...mirando sotto il galleggiamento (la linea di), of course! Un buco così!
Ci guarderemo fraternamente, ultimo sguardo d'amore, mentre (come sempre) saranno "loro" ad andare sott'acqua. Noi li guarderemo commossi.
E noi, sempre noi e sempre a galla, a raccontarci a vicenda quanto siamo buoni!
Povera gente! Alleluja! Cantiamo salmi!

annalisa silingardi ha detto...

,,,questa sera alcuni sostenitori dei nostri "indegni" rappresentanti, asserivano che "è giusto, è un sacro santo diritto di chi lavora tutta una vita diventare ricco, perchè se lo merita " convinti dell'approvazione corale del pubblico .
Però io non ho capito come mai non diventano ricchi tutti i lavoratori, sopratutto quelli che lavorano in miniera o in fonderia per esempio. Oppure mi piacerebbe sapere perchè un immigrato deve lavorare in nero e prendere il 10 % di una paga normale,il resto al caporale....mah! forse perchè ha meno esigenze...un abbraccio!!!

SILVIA ha detto...

che bellissimo scritto, hai toccato la ferita, lo squarcio della società....una storia che si cammuffa molto bene di generazione in generazione, ma caratterizzata da un atteggiamento sbagliato che dura da millenni. Il prevaricare del potente sul debole, la truffa l'inganno dell'avere, che ahimè incancrenisce l'interno di chi vi si affoga. Sei grande un abbraccio!!!

annalisa silingardi ha detto...

Ciao Silvia,
che piacere ritrovarti!..da troppo tempo senza tue notizie! Ti ringrazio per il commento che ancora una volta conferma la tua generosa sensibilità.
Incontrare persone come te è di grande conforto, quando ci si sente affogare in questa palude di squallore. Un forte abbraccio! :-))

SILVIA ha detto...

grazie sei sempre decisa e schietta, questo mi piace, l'animo nobile e sensibile dell'artista non può che esser unito ad un fare valoroso come il tuo, ti aspetto sempre, sei apprezzatissima.