ANNALISA SILINGARDI

ANNALISA SILINGARDI ARTIST AND POETHESS

domenica 18 settembre 2011

,,,lorlodelsilenzio





E’ l’orlo del silenzio
Quando parola cammina a specchio
In cerca della piccola esca
Che ci vuole un po’ contenti.

Diritta la spina dorsale
A taglio dello scomodo
Di ombra e luce
Inganno o appagamento.

Sussurra la grande distesa
Magica e lenta
Si può scendere da questa sedia
E scavalcar spavento 

Un taglio ai ponti
Per srotolar zavorra
Aprire catenacci
Perché respiro non s’incatena.




3 commenti:

Milo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Milo ha detto...

La poesia "può" (e non "deve") racchiudere significati oltre alle emozioni, che quelle sì, "devono" sempre.

Però, da quando ti leggo ho sempre trovato nelle tue opere, oltre a profonde emozioni, anche un significato preciso, più o meno nascosto.

Stavolta ho perduto le chiavi, mi sembra di scorgere solo sprazzi di rivelazioni, ma non colgo il messaggio.

Quando mancano le parole (o manca il coraggio per trovare quelle giuste) e se ne usano invece altre consolatorie, allora è quello l'orlo del silenzio?

E la grande distesa magica e lenta è il mare? La prateria? Il deserto? O la somma di questi?

Le tue poesie mi hanno ricordato sovente la musica dei Pink Floyd che spesso, dopo momenti sofferti e carichi di tensione, evolvono in un finale liberatorio.

Anche qui non manca: scendere dalla sedia, scavalcar spavento, srotolar zavorra...

Poesia non è enigma, né rompicapo, lo so... Non è mai costretta a contenere un messaggio preciso, anzi!

E' fatta di bellezza, ritmo, musicalità, suggestioni ed emozioni. E quelle non mancano davvero mai nei tuoi lavori.

Un abbraccio!

:) :) :)

annalisa silingardi ha detto...

,,fuoco, fuochino sei sempre bravissimo a cogliere gli attimi.
La grande distesa magica è il respiro dell'infinito, che può essere, il mare, la grande pianura o l'orizzonte che va oltre e incanta. Grazie Milo Ti abbraccio!