http://www.annalisasilingardi.it/

lunedì 7 febbraio 2011

,,,comepiccolefoglie





Come piccole foglie
Come fili d’erba
Ad armatura
A bere il cielo

Tenero il cielo
Sporgersi
Sottrarre peso
Tanto tanto silenzio

Un largo silenzio
Di timido vento
Nelle luce bizzarra
Frolla tra sponda e sponda

Senza tregua
Fuori dallo stallo
Sbigottimento che non incrina
Riposa.






2 commenti:

Milo ha detto...

Stanco della realtà (male) lasciarsi andare in contemplazione (un po' ipnotica) della natura concentrandosi a lungo nelle piccole cose, nei dettagli (rimedio).

Così la intendo io questa poesia, perché spesso mi capita di fare così. E l'effetto è riposante!

Un abbraccio!
:) :) :)

annalisa silingardi ha detto...

,,,eheheh a quanto pare bilancio un pò gli stati d'animo alternandoli con un pò di'riposo'...:-))