http://www.annalisasilingardi.it/

lunedì 25 aprile 2011

,,,simpiglialocchio






Torna a visitarmi
Il tuo calore
Mentre guardo la luna a falce
S’impiglia l’occhio in universo
E più non so
Se mi sta dentro o fuori

Chiama
E chiama il tempo inelusivo
E chiama scintilla
S’inarca e si solleva il cuore
Armato di ventose
A trattener le stelle ancora non esplose.


4 commenti:

SquilibrioDeiSensi ha detto...

..Bellissime parole..fanno volare.
SdS

annalisa silingardi ha detto...

eheheh..grazie SdS, il volo è il mio sport preferito :-))

Milo ha detto...

Qui sono rimasto senza fiato!

Mi ha ricordato l'Infinito anche se i paragoni non hanno senso...

Comunque di infinito si parla in questa poesia!

Bellissima!

annalisa silingardi ha detto...

,, ehm ..grazie.. non tocchiamo Leopardi ...ammettiamo solo che l'infinito tocca la sensazione della massima libertà che ci è concesso immaginare.